Home - - Pinacoteca civica

Pinacoteca civica

Pinacoteca civica

La Pinacoteca Civica e' stata istituita nel 1980. Sita nella centrale piazza Andrea Costa, ha sede in un edificio settecentesco accanto ad altri servizi culturali come la biblioteca di pubblica lettura, l'archivio storico e l'antica biblioteca del Collegio degli Scolopi. Tutti questi istituti, riuniti in un'unica sede, formano il Centro culturale Vladimiro Ramponi.

I cataloghi della Pinacoteca sono stati pubblicati a conclusione di un'organica campagna di restauro e di studio su tutto il corpus del patrimonio artistico locale. La Pinacoteca si articola in due sezioni:

  • Arte antica, che consta di circa 120 opere, in gran parte dipinti, ma anche sculture, arredi, reliquiari e una collezione di mappe del territorio pievese tracciate tra i secoli XVI e XIX.
  • Arte moderna, che è dedicata all'arte del Novecento e si divide in 4 settori:
    1. le sculture di Antonio Alberghini (Scultore pievese (1888 - 1979), allievo del Barbieri e amico di Morandi. La sua attivita' di ritrattista e' testimoniata da delicate figure femminili che esemplificano l'incessante attenzione per la persona umana)
    2. le opere di Alberto Martini (Le opere del pittore e illustratore trevigiano (1876-1954) sono state donate o prestate alla Pinacoteca dalla famiglia degli eredi Anderloni, residenti a Pieve. Sono presenti lavori a china compresi nel ciclo illustrativo dei racconti di Edgar Allan Poe; tre tavole anch'esse a china per l'illustrazione della Divina Commedia; oli e acquarelli. Personalita' versatile e assolutamente originale, Martini non volle mai riconoscersi in una determinata corrente artistica: indubbi sono comunque i suoi legami con il Simbolismo europeo di fine ottocento e con il Surrealismo)
    3. la collezione di Norma Mascellani (La Pinacoteca Civica conserva una collezione donata nel 1992 dalla pittrice bolognese (nata nel 1909), una serie di oli che riassume l'itinerario pittorico dell'artista, allieva del Morandi. La pittura della Mascellani "si distingue per una sorta di sospensione temporale delle immagini, siano esse paesaggi o nature morte, trascolorate al punto da suggerire la realta' piu' che imitarla. L'artista raggiunge cosi' un notevole grado di sospensione lirica e di astrazione (...)" (S. Evangelisti, Collezioni Comunali del Novecento, Bologna 1989)
    4. miscellanea di artisti contemporanei (opere donate da artisti contemporanei che hanno esposto nell'ultimo decennio a Pieve: Pirro Cuniberti, Mario Giovanetti, Teresa Sorgente, Guglielmo Vecchietti Masacci, Graziano Pompili, Mauro Mazzali, Nicola Zamboni)
    5. vetri d’autore del Novecento (si tratta di due splendide raccolte donate da Maria Gioia Tavoni Berselli nel 2007 - Boemia, Paesi Bassi, Inghilterra, Svezia, Venezia, Francia - e da Stefano Benfenati nel 2009 - scuola scandinava. Ad esse viene riconosciuto un ruolo notevole sul territorio nazionale).

Numerose opere di proprietà del Comune, tra cui quelle di Severo Pozzati e Luigi Veronesi, si trovano attualmente esposte presso il Museo "G. Bargellini"

Cataloghi

  • La Pinacoteca Civica di Pieve di Cento - Collezioni comunali del Novecento, a cura di Silvia Evangelisti, presentazione di Francesco Vincitorio, Nuova Alfa Editoriale, Comune di Pieve di Cento, Assessorato alla Cultura 1989.
  • La Pinacoteca Civica di Pieve di Cento: Catalogo Generale, a cura di Rosalba D'Amico e Fausto Gozzi, presentazione di Andrea Emiliani, Comune di Pieve di Cento, Assessorato alla Cultura 1985 (esaurito)
  • La Pinacoteca civica di Pieve di Cento - Catalogo delle opere dal XIII al XIX secolo, a cura di Elena Rossoni, Minerva Edizioni, Comune di Pieve di Cento, Assessorato alla Cultura 2004 (disponibile)

Tariffe

Il circuito museale di Pieve di Cento comprende i musei pubblici della cittadina, distribuiti su cinque sedi:

  • Museo delle Storie di Pieve in Rocca
  • Archivio fotografico digitale G. Melloni, Porta Bologna
  • Pinacoteca Civica in Piazza A. Costa 10
  • Teatro e Museo della Musica, Piazza A. Costa 17
  • Museo della Canapa, Porta Asìa

Per poterli visitare è necessario un biglietto d'ingresso, cumulativo per tutte le sedi, al costo di 5€.

Il biglietto è acquistabile presso la sede del Museo delle Storie di Pieve, in Rocca, Piazza della Rocca 1, dove si trova la biglietteria automatica.

L'accesso è gratuito per:

  • residenti a Pieve di Cento
  • giovani fino ai 18 anni
  • studenti universitari
  • possessori Card Musei Metropolitani di Bologna
  • persone con disabilità e un accompagnatore
  • insegnanti che accompagnano una scolaresca
  • guide turistiche munite di patentino
  • militari

Preghiamo i visitatori con accesso gratuito di ritirare il biglietto omaggio presso il Museo delle Storie di Pieve oppure al Museo della Musica. 

Il biglietto ridotto di 3€ è riservato a:

  • gruppi di almeno 8 persone paganti
  • over 70
  • soci FAI
  • iscritti alla Libera Università

Orari e informazioni

Pinacoteca Civica
Piazza A.Costa, 10
Pieve di Cento
tel. 051 6862635
 
Unione Reno Galliera
Ufficio Musei e Teatri: tel 051 8904821

Comune di Pieve di Cento
Ufficio cultura: tel. 051 6862621
Biblioteca: tel. 051 6862635
URP: tel. 051 6862611

Orari e giorni di apertura: domeniche ed i giorni festivi dalle 10.00 alle 13.00 e dalle 15.30 alle 18.30 (giugno e luglio 10.00 alle 13.00 e dalle 16.30 alle 19.30)
 
Per visite guidate e in altri giorni telefonare allo 051 6862 611 o allo 051 6862 635