Home - Le Ricette - Enogastronomia - Crescentina fritta

Crescentina fritta

Crescentina fritta

E' il nome bolognese di una preparazione comune a molte province emiliane: "gnocco fritto" di Modena e Reggio, "torta fritta" di Parma, "pinzino" a Ferrara, dove è sinonimo di allegre tavolate.
E' un piatto che per i bolognesi, con il piacere di assaporarla ancora calda, avvolta in una saporita grossa fetta di coppa di testa, accompagnata da un fresco bicchiere di frizzante Barbera dei colli bolognesi, è uno dei momenti più belli ed importanti legati al ricordo del passato, al ricordo di magnifiche sensazioni che si possono provare attorno ad un tavolo con le persone care.

Ingredienti :
500 g di farina
acqua tiepida
sale
una bustina di lievito in polvere
un cucchiaio di strutto

Preparazione:
Impastare la farina con l'acqua tiepida, unire sale, lievito e un cucchiaio di strutto. Fare lievitare l'impasto per mezz'ora, poi con il mattarello, tirare una sfoglia dello spessore di 4/5 mm, tagliarla poi a rombi di 8/10 cm di lato. Friggere le crescentine una alla volta in un tegamino dai bordi alti, rigorosamente nello strutto bollente. Va mangiata calda, appena fritta.