Home - Castel Maggiore

Comune di Castel Maggiore


Comune di Castel Maggiore

Andando a spulciare fra antichi reperti, ...

... trovati a volte casualmente con l'aratro anziché con strumenti più consoni ad un archeologo, si è scoperto che l’abitato risale alle origini romane dei primi secoli dell'Impero o ai Galli Boi che vi risiedevano prima degli stessi Romani.
Caduto l'Impero, la zona vide il passaggio degli eserciti di Odoacre, conobbe le guerre gotiche, sperimentò fame, peste, epidemie di ogni genere. Dall'VIII secolo passò sotto il dominio degli Arcivescovi di Ravenna, assistette al passaggio dei Longobardi e a quello dei Franchi.
Nel Medioevo la comunità di Castagnolo e quelle limitrofe di Bondanello, Sabbiuno, Saliceto, Ronchi di Corticella e Trebbo già occupavano un territorio i cui confini coincidono con quelli dell'attuale Comune. Dal XIII secolo iniziò una nuova fase per la storia di Castagnolo, alla rete stradale infatti si affiancò la più importante idrovia tra Bologna e Ferrara: il canale Navile, ponendo le basi per una profonda trasformazione dell'economia del territorio e per un insediamento artigianale, che prese il nome di Molini Nuovi (attuale Castello), che, nel 1519, era composto da un mulino, un'osteria e un piccolo borghetto. All'inizio del 1800, in piena epoca napoleonica (1802) vede la luce Castagnolo Maggiore mentre il borgo dei Molini Nuovi divenne, nel tempo, un borgo industriale arricchito dal Palazzo della famiglia Pizzardi. Successivamente, Castagnolo Maggiore assunse il nome di Castel Maggiore per volere della stessa famiglia nobiliare e con decreto dello Stato Pontificio nel 1818. Progressivamente la vocazione portuale lasciò il posto a scambi commerciali per la città utilizzando nuovamente la rete stradale; la zona confermò inoltre l'avanzamento dell'industrializzazione con l'edificazione di una nuova officina "meccanica e fusoria" all'avanguardia nella costruzione di macchine utensili, che si specializzò, alla fine dell'Ottocento, nella produzione di macchine agricole e utensili, di fusioni artistiche e, per la prima volta in Italia, di frigoriferi. Con la progressiva diminuzione di traffici sul Navile e la successiva costruzione della ferrovia Bologna - Ferrara (1862), Castello cominciò a perdere lentamente d'importanza a vantaggio del nucleo sviluppatosi nel frattempo a ridosso della via Galliera.

La Resistenza
Durante la Seconda Guerra Mondiale, Castel Maggiore fu teatro di importanti episodi della lotta antifascista e della guerra partigiana, pagando un grave contributo di sangue. A Bondanello venne bruciata la casa dei Guernelli, una famiglia di mezzadri; il capofamiglia, due suoi figli e tre sfollati vennero uccisi. Alla Bisciavenne fatto saltare in aria un caseggiato e sette persone vennero fucilate sulle macerie. A Sabbiuno di Piano, il 14 ottobre 1944, vennero uccisi ventisette uomini e sei donne.
A causa della sua posizione strategica, della presenza di un’importante stazione ferroviaria e della Caserma del Genio, il Comune fu uno dei territori più colpiti dai bombardamenti alleati.

Dal dopoguerra a oggi
La ricostruzione e i decenni successivi hanno segnato il passaggio dalla dimensione prevalentemente agricola allo sviluppo industriale e all’espansione demografica ed urbanistica. Con lo sviluppo del terziario, oggi Castel Maggiore si presenta come un grande sobborgo metropolitano che, con decreto del Presidente della Repubblica del 19 aprile 2007, ha ricevuto il titolo di Città.


Come arrivare:

  • In autobus: da Bologna linee 95 – 97 – 98 – 92 (Trebbo di Reno) – 18 (festivo Trebbo di Reno) oppure con il servizio ProntoBus (linea 436): servizio di trasporto a chiamata (tel. 051 290299), ad orario e percorso predefinito, dal lunedì al sabato solo a seguito di prenotazione telefonica. Sul Prontobus sono in vigore le normali tariffe ATC a zone; la prenotazione non ha costi aggiuntivi, salvo la telefonata ad un numero di rete fissa di Bologna.
    Per maggiori info consulta il sito www.atc.bo.it
  • In treno: da Bologna e Ferrara, fermata Castelmaggiore (per orari vedi sito www.trenitalia.com )
  • In auto: uscita dell’autostrada A13 o della tangenziale / Bologna Arcoveggio oppure A13 / Bologna Interporto seguendo poi le indicazioni per Castel Maggiore

Il Comune di Castel Maggiore dista 9 km da Bologna e 35 km da Ferrara (in linea d’aria).


Curiosità:

-         Il nome Castel Maggiore deriva dalla denominazione precedente di Castagnolo Maggiore, forse per la presenza dell’influente famiglia Castagnoli, forse per l’esistenza di un grande castagno nato spontaneamente sulla piazza in seguito allo straripamento del Navile.

-         Sparse per la campagna o lungo le direttrici principali, si incontrano numerose ville sorte a partire dal ‘500, legate alla storia di famiglie senatorie e nobiliari come i Malvezzi, gli Angelelli, i Campeggi, i Magistrini - Spinelli. Queste residenze non sorsero solo come luogo di villeggiatura per intrattenimenti estivi, convegno di artisti e letterati e fonte di prestigio per la casata, ma anche come fulcro dell’azienda agricola ed elemento organizzatore di tutto il paesaggio circostante.

Link al sito del Comune di Castel Maggiore

Visualizza Castel Maggiore in una mappa di dimensioni maggiori


Eventi


04.05.2017 | Uscire dal guscio